Fiabe e Racconti popolari siciliani

Eroe lotta col mostro

Dalla raccolta in quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani che Giuseppe Pitrè diede alle stampe nel 1875. Fiabe e racconti in dialetto siciliano, trasposte sulla pagina così come le aveva ascoltate dalla viva voce dei suoi novellatori e e delle sue novellatrici: un'operazione condotta con uno scrupolo che non ha l'eguale in nessun altro repertorio della fiaba europea, nemmeno in quello dei fratelli Grimm.

Online Fiabe Novelle e Racconti popolari siciliani in dialetto(Progetto Manuzio)

Perodi Emma: Le novelle della nonna

€8,00
Newton Compton 2003 pagine 550, Rilegato con copertina, come nuovo

Recensione




Cchiù si campa e cchiù si sapi


(CCXLVI da Fiabe novelle e racconti popolari siciliani raccolti da Giuseppe Pitrè)

Raccontata a Salvatore Salomone-Marino da Giuseppe Polizzi di Borgetto
Na vota si cunta e s'arricunta ca cc'era un vecchiu stravècchiu, omu di 'spirienza, assittatu a lu focu.
Veni un picciutteddu; dici: - Mi lu dati un còcciu di luci, pr'addumari lu cufuni nni mia? -
- Eh figghiu(dici lu vecchiu), eu ti lu dugnu, ma 'nta chi ti lu metti, ca nun purtasti nenti? nun lu sa' ca lu focu abbrùcia? - E vu' chi nn'ati a fari?(dici lu picciutteddu); datimillu, ca cci hè pinzari eu. -
- 'Nca pigghiatillu. - fa lu vecchiu.
- Lu picciutteddu allura chi fa? si jinchi la chianta di la manu di cìnniri fridda, cci metti supra un còcciu di focu e si nni va.
Oh! (dici lu vecchiu; e si duna 'na manacciata 'n testa); ed eu cu tutta la mè 'spirienza e tant'anni chi campu, nun sapia affattivu sta cosa;
Cchiù si campa e cchiù si sapi.-
E di ddocu, sta palora arristau pri muttu.


Traduzione: Più si vive e più si apprende
Una volta si conta e si racconta, c’era un vecchio stravecchio , uomo di esperienza seduto al fuoco. Viene un giovinotto e gli chiede:-Me lo date un po’ di fuoco per accendere il mio focolare?-
-Eh, figlio, dice il vecchio, io te lo do ma dove te lo metto che non hai portato nulla?- Non lo sai che il fuoco brucia?
- Ma voi non ci pensate - dice il giovinotto -datemelo che ci penso io-
- Allora, prenditelo- risponde il vecchio.
Il giovinotto sapete cosa fa? Riempie il palmo della mano con cenere fredda, vi posa sopra un ciocco acceso e se ne va.
_Oh, dice il vecchio dandosi una manata sulla fronte; - io con tutta la mia esperienza e tanti anni che vivo, non conoscevo affatto questa soluzione; e’ vero che più si campa e più si apprende!-
E questa parola rimase per motto.

Considerazione di tipo sociale: Il detto, il motto va bene, perchè solo "vivendo" veramente la vita, affrontando e risolvendo i problemi, si impara a vivere: il fare è maestro di vita. Gli anziani hanno più esperienza, ma il loro cervello è anchilosato, fa sempre la stessa strada. I giovani, coloro che non hanno un apprendimento scolastico, spesso riescono a risolvere problemi che "professoroni" ed esperti non sanno affrontare.



Pagine di fiabe novelle racconti popolari siciliani



Ritorna all'articolo principale

Tag:
Giuseppe Pitrè, Fiabe, novelle, racconti popolari siciliani, racconti siciliani, elenco completo fiabe novelle e racconti popolari siciliani, Agatuzza Messia, Rosa Brusca, Francesca Leto, Salvatore Salomone-Marino, Giuseppe Polizzi , Giovanni Patuano, diacronia del racconto popolare, i racconti popolari di Giufà, ipotesi etno-culturale dell'origine di Giufà, il ragazzo non iniziato, eroe greco che allontana le mosche, Cleomide di Astipalea, il contadino ilota come antico "canta la notti"


Pagine correlate a Giuseppe Pitrè

Giuseppe Pitrè

Fiabe Novelle e Racconti popolari siciliani di Giuseppe Pitrè

Agatuzza Mezzia


Vendita libri letti una volta, a partire da 16 euro spese spedizione zero

Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri