Il racconto popolare sotto una lente d'ingrandimento


Maschera xwexwé dei Kwakiutl

Il lago dei cigni di Pyotr Ilyich Tchaikovsky - 3

In alto maschera xwexwé dei Kwakiutl e popolazioni vicine-America del Nord, sulla costa del Pacifico, intorno all'estuario del Fraser, e al di là dello stretto di Georgia, sulla costa orientale dell'isola di Vancouver. All'epoca in cui gli etnologi(Curtis, seconda metà del 19° secolo) conobbero questa maschera si riferisce che essa era portata dai danzatori nei 'potlatch' -feste pagane, cerimonie- nel corso delle quali l'ospite distribuiva beni agli invitati, riuniti per convalidare, grazie alla loro presenza, il suo accesso a una nuova carica o il suo passaggio a un nuovo status. I danzatori che portavano tale maschera avevano una gorgera, il gonnellino, le gambiere e i bracciali, solitamente, in penne di cigno. Essi danzavano indicando il cielo col dito, per ricordare che i loro avi ne erano discesi.

I riscontri a livello etnologico

Da segnalare, a livello etnologico, la leggenda che addita in un cigno-donna, presso i Buriati(si dedicavano principalmente alla caccia, alla pesca, alla raccolta e a una agricoltura itinerante), popolazione altaico-mongola della Siberia, il capostipite di un gruppo umano. Secondo la leggenda, un cacciatore sposò un cigno che si era trasformato in donna, e ne ebbe undici figli e sei figlie. Il cigno, rivestendo il costume che aveva originariamente e che gli era stato nascosto dall'uomo, volò via attraverso il buco per fumo della tenda, prescrivendo agli uomini di compiere speciali cerimonie in suo onore in primavera, quando i cigni volano verso il nord, e in autunno, quando tornano presso i Buriati. Presso molti popoli siberiani esistono animali di famiglia , tra cui il cigno, dai quali il gruppo familiare pretende di discendere. Per queste famiglie sussiste l'obbligo di non uccidere il cigno o quella specie di cigno-antenato(Enciclopedia delle religioni Vallecchi, voce sciamanesimo di A. Di Nola). Da questi riporti etnologici si può affermare che il cigno nelle regioni della Russia è accostato ai cicli(ciclo della migrazione)e quindi al femminile, e che presso i Buriati non era un sogno il desiderio di prendere per moglie una fanciulla-cigno se si intendeva con ciò sposare una fanciulla appartenente a una famiglia che credeva di discendere dal cigno. La connessione del cigno con la donna o per meglio dire con una vergine mitica è attestato dalla credenza, presente per molto tempo nel bacino dello Iennesei, che il cigno avesse le regole come la donna(Roux J.P. Faune et Flore sacrèe dans les sociétés Altaiques). Odette e le sue fanciulle-cigno ricordano i movimenti migratori di tante specie di uccelli. Nella storia del libretto esse osservano un ciclo alternato giorno-notte durante il quale sono cigni di giorno e donne di notte.L'aspetto migratorio del cigno può essere associato al cambiamento delle stagioni, ma la relazione del cigno con le stagioni cambia a secondo della posizione della regione. I cigni inaugurano la stagione primaverile quando vanno al nord, e in questo caso possono essere miticamete associati ai cigni bianchi, al contrario inaugurano la stagione invernale quando vanno al sud, e in questo caso possono essere essere associati miticamente ai cigni neri. Ma questo simbolismo dei colori riceve altri significati a secondo del complesso delle associazioni tipiche di ogni cultura. Per esempio presso gli indios dell'America del nord il cigno bianco è associato alla sposa adultera e anche disarmonica, mentre il cigno nero è associato alla sposa fedele e anche armonica. Levi-Strauss(Mitologica 4 : L'uomo nudo)spiega questa associazione collegando il cigno nero o altro animale scuro al demiurgo buono 'Luna'(la luna associa in sè il bianco e il nero)e il cigno bianco o altro animale chiaro al demiurgo malvagio 'Sole'. Questi demiurghi erano fratelli, Luna costruisce un mondo pressocchè perfetto, Sole, non volendo essere da meno, lo imita e sfascia il paradiso terrestre costruito dal fratello.
Il racconto della fanciulla-cigno sta a cavallo tra l'esogamia matrilocale, molto diffuso tra le culture dei cacciatori-raccoglitori-pescatori, e l'esogamia patrilocale. Vigendo l'esogamia matrilocale i generi andavano a convivere con la famiglia della sposa. Il lavoro dei generi faceva progredire le famiglie numerose con figlie femmine. Ma anche la distribuzione dei figli maschi poteva servire a mantenere ottimi rapporti fra gruppi. Desiderando una fanciulla-cigno che fa il bagno nello stagno vicino casa si va contro questa consuetudine. Si può nascondere sotto questo desiderio il tentativo di una unione incestuosa o comunque fuori della norma. Acchiappando e nascondendo il velo o costume a una fanciulla-cigno la si costringe a rimanere in quel posto. Quindi non è più il genero che si sposta, ma la nuora. In un certo senso ci si ritrova in un quadro anti-eroico, nel senso che sembra, nel racconto, che al protagonista non vengano chieste imprese di sorta, ma solo conoscenze, a volte di tipo magico, e una certa posizione, tipo essere principe, iniziato di società segrete, sette, appartenente a caste.


figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

L'articolo su Il lago dei cigni comprende queste pagine:



Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri A.Camilleri 2 Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri