Lo cunto de li cunti, di Giambattista Basile. Tipi, motivi dei cunti e considerazioni IV giornata.

Tipi e motivi dei cunti in accordo con Aarne e Thompson: "The types of the folk-tale" Helsinki, 1928, e in accordo con Stith Thompson:"Motif-index of folk-literature" Helsinki 1932.Da Norman Mosley Penzer, The Pentamerone of Giambattista Basile Londra 1932 con traduzione e qualche aggiunta di Salvatore La Grassa(SLG)

Online Il cunto de li cunti in dialetto napoletano a cura di Michel Rak(su letteraturaitaliana.net

Online la prefazione all'opera di Benedetto Croce e i cunti di I e II giornata con testo in dialetto conforme alla stampa del 1634

I cunti delle giornate III, IV e V con testo in dialetto conforme alla stampa del 1634


Il dragone(IV giornata, 5° cunto)


Tipi:
Eroe nato e cresciuto miracolosamente compie imprese straordinarie con l'aiuto di animali(slg).

Motivi:
B11. Il dragone.
B42. Il grifone.
B131. Uccello della verità.
B450. Uccello aiutante.
E765.2. Esistenza legata insieme a quella di un animale.
H1133.2. Prova: costruire un castello in aria.
H1191. Prova: accecare una strega.
K870. Fatale inganno per mezzo del sonnifero(intossicazione).


Considerazioni

E' uno di quei racconti ricostruiti che fa riferimento ai castelli medievali e alle case reali di campagna. Non mi pare assolutamente di fattura popolare. Il sintagma narrativo è attento nella costruzione delle varie concatenazioni, ma per la sua sistemazione il novellatore è costretto a forzare i caratteri di alcuni personaggi. Verso la fine infatti il re di Altamarina diventa curioso e vuole indagare, mentre prima si era sempre dimostrato un collerico, un istintivo. Certamente suscita ilarità quell'uccello magico che s'infila per buchi e porta da mangiare a Porziella e a suo figlio. In questo racconto di città o municipale le grotte diventano luogo di morte e abitazioni di mostri, mentre in tanti racconti popolari delle campagne la grotta è la sede delle fate o comunque di entità alla fine benefiche. Nel racconto ci sono due personaggi femminili molto negativi; l'una, la maga viene accecata dallo sterco di rondine, l'altra, la regina che ha portato un figliastro al re(è quindi una vedova oppure cosa? ma nel cunto non se ne fa cenno), trova una fine che ha ordito lei stessa.
Benedetto Croce riporta nella sua introduzione all'opera del Basile come i Fratelli Grimm, accennando a questo cunto, lo credessero fortemente collegato alla storia mitica di Siegfried: " La nascita segreta del bambino, il basso servigio presso il cuoco, ricordano la fanciullezza di Siegfried. Poi lo vediamo aiutato da un uccello, che ci ricorda quegli uccelli, la cui lingua Siegfried conosce, e dai quali riceve ed accetta consigli. La regina adirata si riscontra con Brunilde, e nel tempo stesso con Reigen, ch'è quello che spinge Siegfried alla lotta col dragone. Il dragone è anche qui fratello della regina, e la vita dell'uno legata a quella dell'altro. Essa vuol essere bagnata nel suo sangue, come Reigen chiede il sangue del cuore di Fafner."(Grimm, Kinder und Hausmarchen, 3^ edizione, Gottingen, 1856, III, 292-3).
Ma quella figura di fata-uccello, saggia consigliera, padrona o capo di tutti gli uccelli del bosco, colei che escogita(macanitide,come la greca Athena), potrebbe essere il relitto di qualche divinità femminile mediterranea molto vicina a una dea come Athena(dea connessa alla civetta)o meglio alla maga Circe, connessa al falco, o a Calipso(colei che vive in un mondo lontano proprio dove si avviano alla fine del cunto Miuccio e la fata trasformatasi in una bellissima fanciulla), a volte considerata sorella di Circe. Comunque l'associazione di una dea ad un uccello è abbastanza comune nella civiltà minoico-micenea(vedi Gustavo Glotz, La civiltà egea). Probabilmente la parte negativa di questa dea, che presiedeva sia alla rigenerazione del mondo vegetale sia all'oltretomba, è stata proiettata sulla consorte del re d'Altamarina che d'altronde sembra un dio copulatore. Nella storia del Basile la fata-uccello e l'eroe si uniscono per sempre, mentre probabilmente nell'antichità veniva sacrificato alla dea, o come sacrificio umano o come fosse lo sposo temporaneo della dea, un ragazzo impubere. Doveva avere qualche anno di meno del quattordicenne Miuccio, quindi non era in grado di copulare e/o inseminare. Per certi versi Miuccio ha qualche somiglianza con Perseo, anche lui consigliato dalla dea dagli occhi simili a quelli della civetta, uccello a lei associato. Porziella, per quello stare chiusa in una cella, per la difficoltà di allevare il piccolo Meuccio, mi fa venire in mente le difficoltà che sicuramente incontrava una ragazza, soggetta a infibulazione, che, nonostante ciò, risultava incinta.

I cunti della quarta giornata



Vendita libri letti una volta, a partire da 16 euro spese spedizione zero

Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri


TAGS: Giambattista Basile, Lo cunto de li cunti, Pentamerone, Aarne, Thompson, Penzer, Propp, metodi di produzione, racconto originario, orco, cannibali, pianta cresce sulla tomba dell'orco, rosmarino, anello magico, il regno dei topi, topo aiutante, pietra magica nella testa di un gallo, trasformazione di un uomo misero e brutto in un distinto gentiluomo, trasformazione: uomo in asino, topo soccorrevole riporta indietro un oggetto magico rubato, castello creato per magia, magica pietra dei desideri, umile eroe sposa principessa, uomo trova un tesoro quando si impicca, cura segreta imparata per mezzo di donna vestita di verde, principessa convoca i suoi pretendenti e li reputa spiacevoli, eroe conquista i favori della principessa con bellissimi vestiti, tabù: rivelare la conoscenza del linguaggio degli animali, trasformazione: uomo in pietra, trasformazione come punizione per aver rivelato segreti, segreti uditi per caso durante una conversazione fra animali, bimbo sacrificato per preparare il sangue per la cura dell'amico-fratello, desiderio di una moglie rossa come il sangue, bianca come la neve, nera come il corvo, camera nuziale invasa da un magico dragone-serpente, coppia nuziale sotto minaccia magica, animale cognato soccorrevole, animale dona parte del suo corpo come talismano per chiamare il suo aiuto, animali aiutano un uomo a sopraffare un mostro con l'anima esterna, figlia promessa ad un animale pretendente, riconoscimento per mezzo di un anello, liberazione della principessa dall'orco, reclusione di una fanciulla custodita da un drago, cognati aiutanti rappresentano il triregno incontaminato, la sposa bianca e la sposa nera, animali parlanti, I due fratelli, I tre re animali, Le sette cotennuzze, Il dragone, Le tre corone, Le due pizzelle, I sette colombi, Il corvo, La superbia punita