Scambio delle donne presso i cananei, Abramo con tratti cananei, il dio Baal e la dea Anat.

In alto bassorilievo, che rappresenta una Signora degli animali, ritrovato nella tomba di un re di Ugarit, XII secolo a.C.

Per quanto riguarda gli usi cananei-amorritici la consacrazione di Tamar(prostituta sacra, colei che non piglia il seme) fu un uso-culto gradito probabilmente a qualche dea della fertilità, molto simile a una Grande Madre, tipo Anat o Astarte, signora della fertilità della terra, ma anche della guerra, degli animali e delle selve. Le ragazze probabilmente offrono la loro maternità, la loro possibilità di essere madri alla dea, probabilmente per un determinato periodo di tempo, forse 7 anni o forse molto meno. Nel mito di Danel, trovato e decifrato nelle tavolette trovate a Ugarit (XII secolo circa a.C.), suo figlio Aqhat, offensivo nei confronti di Anat, viene colpito a morte dal soldato-falco mandatogli contro dalla dea Anat. La dea aveva offerto ricchezze e vita eterna al cacciatore Aqhat, purché le regalasse il suo arco, ma il giovane cacciatore l'aveva derisa dicendole che non credeva alla vita eterna e che l'arco non si addiceva a una donna. Ne segue un periodo di lutto-dolore di 7 anni, durante il quale la stessa Anat compiange l'ucciso, durante il quale la pioggia di Baal non scenderà più, le sorgenti si disseccheranno e non si udrà la voce del tuono (periodo forse equivalente a un abbandono lungo - maggese di 7 anni - della terra? La dea, probabilmente, adotta come punizione ciò che prima si faceva quasi ritualmente per far sì che la terra ritornasse fertile, ovvero adotta un sistema agrario antico). Si scongiura probabilmente con questa consacrazione l'infertilità della terra e la mancanza di prosperità e figliolanza del gruppo, come se fosse possibile uno scambio: infertilità della donna consacrata contro la fertilità a venire della terra e quindi prosperità e figliolanza del gruppo? Nelle leggende ugaritiche pervenuteci il tema centrale è il superamento della sterilità. La dea Anat vuole sacrifici di sangue umano e col sangue restituisce la giovinezza agli dei, si unisce ai suoi paredri, rappresentanti della vegetazione, e li uccide per sancire il ciclo agrario di morte e resurrezione e della terra e della vegetazione . Dietro questo sangue e queste morti ci potrebbero essere dei riti connessi alla castrazione o anche alla circoncisione: cioè, tutti i maschi che morivano per dissanguamento in seguito a queste operazioni rituali, non eseguite bene, venivano considerati come "offerta" alla dea. Offerte a questa dea Anat dovevano poi considerarsi le uccisioni e/o le castrazioni dei prigionieri di guerra.
L'atto sessuale rinvigorisce, anche quello mostruoso: Baal, dio della tempesta che cavalca le nubi, prima di scendere nel regno del dio infernale della morte e dell'aridità Mot, dove è destinato a soccombere, fornifica 77 volte, ed ancora 89 volte con una giovenca di cui si era innamorato ( incerti e problematici questi numeri; se invece del numero 89 si mette il numero 99 i conti tornano: in questo caso la ierogamia probabilmente si riferiva al fatto che dopo o prima 99 cicli lunari, pari a 8 anni circa, si provvedeva a computare un numero di giorni indicati col numero magico 77, e quindi variabile, in modo che lo scadere del 99° ciclo lunare corrispondesse realmente, con l'aggiunta di questi giorni variabili, all'inizio del nono anno solare). Ma lo stesso dio della morte e degli inferi, Mot, grazie all'opera di Anat che lo fa a pezzi, lo vaglia, lo brucia, lo macina e lo distribuisce nei campi da coltivare, risulta utile: è il grano che, trattato crudelmente, risulta utile, o piuttosto è una sorta di fertilizzante naturale tratto dal mar Morto e lavorato quasi come il grano per fertilizzare i campi? Dai racconti di Ugarit e anche dai ritrovi archeologici si evince che questa civiltà cananea di Ugarit era in cerca di nuove soluzioni tecnologiche. Tra i più importanti "dei" cananeo-fenici ci sono Kothar, abilissimo artigiano, fabbro, costruttore, orafo e cesellatore, dio saggio ed esperto(molto simile al dio greco Efesto e al dio mesopotamico Enki/Ea), Crisoro, inventore dell'arte di fondere i metalli, genio della stirpe, per aver prodotto gli arnesi per la pesca e l'agricoltura, iniziatore dell'arte della navigazione; Taaut, divinità maschile inventrice delle lettere e della scrittura; Technites, dio dell'arte muraria, della costruzione dei mattoni, e dei tetti, patrono degli artigiani; Samemroumos (Hypsouranious), dio del rifugio, delle costruzione e dei costruttori.
In effetti oggi il mar Morto è pure sfruttato perché contiene anche materiale fertilizzante. Ma la ricchezza di allora doveva risiedere nella facilità con cui veniva ricavato il sale dal mar Morto; quindi, probabilmente, grazie alla tecnologia riuscivano a stare bene , per lo meno i maggiorenti, per cui da un lato c'erano anche atteggiamenti scettici nei confronti della religione (vedi sopra l'atteggiamento del cacciatore Aqhat e la punizione divina), d'altro lato il pensiero religioso accentuava le già fosche tinte dei suoi dei.
La prostituta sacra può essere sposata, ma i suoi rapporti sessuali probabilmente si allineano agli usi contadini sulla terra nel periodo del maggese, del riposo, del periodo non fruttifero, di non lavoro o di trattamento della terra senza semina. Questo perchè nell'area fenicio-semitica c'è una forte connessione della sessualità umana con il ciclo agrario. Un personaggio mitico greco vicino ad Er e a Onan è in Grecia il dio del fuoco, il fabbro Efesto, lo zoppo, il mostruoso, il dio ribelle non proprio olimpico frequentemente in contrasto con gli dei uranici. E' il marito tradito di Afrodite. Ma anche il padre di Erittonio, il bambino-serpente o il bambino che nasce con accanto due serpenti. Questo bambino era stato partorito da Gea o Ctonia, la terra, per il fatto che Pallade Athena, sposa di Efesto, era sfuggita al destino di essere madre-sposa (era 'parthenos' cioè vergine) scomparendo dal letto nuziale e provocando la caduta a terra del seme di Efesto. Efesto era figlio di Era, ma la consorte di Zeus l'aveva concepito per partenogenesi: siamo vicini a una religiosità preolimpica in cui il seme "abbandonato" sulla terra ha una sua funzione. D'altronde una prostituzione, sacra o meno, può esplicare anche l'antichissimo uso di aggregare gruppi diversi. Arnold Van Gennep ha messo in evidenza come lo scambio di donne può essere considerato un rito di aggregazione, equivalente alla commensalità (I riti di passaggio, Boringhieri 1981, pag.29). Quindi i cananei nelle antichissime tradizioni, si prefiggevano di attrarre gruppi stranieri anche con questo sistema? Ovviamente il periodo di durata della prostituzione sacra non doveva essere molto ampio; ho indicato sopra sette anni perchè questo periodo è il più nominato nei miti, nei racconti popolari durante il quale una fanciulla risulta reclusa( l'astinenza sessuale è l'opposto della prostituzione, ma pure essa aggrega, ma a una vita soprannaturale, ed è agrariamente corrispondente al campo abbandonato per sette anni: in questo caso il dio che prima presiedeva a questo collegamento diventa un demone-diavolo, viene negativizzato), ma in effetti la durata non poteva, ragionevolmente, protrarsi per più di qualche anno, altrimenti non avrebbe avuto senso il suo carattere aggregante. E' possibile pure che questo istituto cananeo della prostituzione sacra femminile( e c'era pure la prostituzione maschile) fosse legato all'estinzione di un debito che parenti prossimi (genitori, fratelli, mariti) deceduti avevano contratto in vivenza. Di fatto i cananei erano riusciti ad aggregare il gruppo di Abramo e probabilmente altri popoli e intercorrevano matrimoni tra di loro. Che questo uso di scambio di donne o scambio similare fosse usato presso gli ebrei-cananei ce lo suggerisce un comportamento, piuttosto incompreso, dello stesso Abramo nei confronti della moglie Sara o Sarai quando si recò in Egitto presso il faraone(Genesi, 12). Abramo infatti suggerì alla moglie di riferire agli egiziani di essere sua sorella, sia per sfuggire a un possibile assassino (paventava che l'avrebbero ucciso per impossessarsi della moglie e di tutti i suoi beni materiali), sia per ottenere benevolenza dalle autorità. Ed in effetti Sara o Sarai fu notata per la sua bellezza e divenne concubina del faraone e Abramo ottenne favori, elergizioni, roba e buona vita. Quindi l'Abramo di allora era ancora fortemente influenzato dai costumi cananei e scambiava la sua donna. Lo stesso atteggiamento tenne Abramo (Genesi,20) quando si spostò presso i Filistei e il loro re Abimelech( uno degli anacronismi della Bibbia visto che i Filistei si spostarono nella terra di Canaan nel XII secolo a.C., invece Abramo si crede sia vissuto nel XVIII secolo a.C.). Abimelech, in quel caso, fece rapire Sara. Ma prima di accostarsi a lei fu avvertito in sogno che la donna era moglie di Abramo, suo ospite, al quale allora la restituì con ricchi doni. In questo episodio biblico ecco delinearsi il valore dell'ospitalità in modo alquanto diverso rispetto allo scambio di donne.
Può essere utile, a proposito della scarsa considerazione in cui era tenuta la donna, riportare un piccolo brano del mito ugaritico che racconta l'ascesa a divinità superiore del dio Baal(il dio della pioggia e del fulmine, abbastanza vicino al greco Zeus). Il dio Baal per sancire la sua supremazia sugli altri dei vuole costruito un palazzo. Allora con la dea Anat, sua alleata e probabilmente compagna(figlia di El e di Athirat), si reca presso la dimora della dea Athirat per chiedere il suo intervento presso El l'Altissimo(il dio creatore delle creature e padre degli dei insieme con la dea Athirat, ma non di Baal, chiamato anche padre del genere umano). Nel discorso che il dio Baal tiene alla dea Athirat c'è un avvertimento come fosse un impegno che proclamava di assolvere da dio regale:

Poiché due sono i festini sacrificali che Baal aborrisce,
tre, l'Auriga delle nuvole:
un festino sacrificale di abominio,
e un festino di orgie,
ed un festino di lussuria con le serve;
poiché in esso vi è abominio, nulla vi è di buono,
ed in esso le serve si abbandonano alla lussuria.
(Xella, Gli antenati di Dio, divinità e miti della tradizione di Canaan).

Questo discorso del dio Baal ci dice che, pur essendo un dio antropomorfico e quindi sessuato, questo dio non è quel dio che i profeti ebrei volevano far credere. Probabilmente il dio cui si riferivano quelle orgie e quei festini era il dio Yam(figlio prediletto di El l'Altissimo), divinità del mare e dei fiumi e in genere del loro aspetto violento(maremoti, tempeste, esondazioni di fiumi) che Baal nel mito ha distrutto grazie all'aiuto di Kothar che gli ha fornito due mazze da guerra tremende.
In un cunto del Pentamerone del Basile(La cerva fatata, I, 9) è descritto in modo ironico e fantastico un festino orgiastico dopo il quale regina, serva e suppellettili della casa della serva risultano incinte e figliano . Che la regina potesse avere un figlio era ciò che più desideravano il re e la regina. Poiché non riuscivano a diventare genitori ascoltarono il consiglio di un santone con la barba lunga e bianca: catturare un drago marino e fare cuocere il suo cuore dandolo da odorare alla serva e da mangiare alla regina. Quindi nel cunto ciò che ingravida è costituito dal cuore di un drago marino, un essere fantastico ed insieme un essere opposto alla civiltà, un essere legato alle vecchie e superate credenze.
Proiettando il significato del cunto sui festini della terra di Canaan è facile desumere perchè quei festini fossero reiterati nonostante l'opposizione degli dei più importanti: i maggiorenti così si trovavano ad avere tanti sudditi che potevano essere adoperati in vari modi: guerra, agricoltura, industrie estrattive, commercio e probabilmente anche prostituzione(probabilmente c'erano le prostitute che seguivano le truppe militari).

Sopra una ricostruzione della città di Ugarit, nell'antica Cananea.



L'articolo comprende le seguenti pagine:

Tamar, la prostituta sacra, i cananei

Scambio delle donne presso i cananei - Abramo dai tratti cananei, il dio Baal e la dea Anat

Lot incauto, indesiderato e non rispettato fra i cananei


Lettera A Lettera B-Be Lettera Bi-Bz Lettera C1 Lettera C2 A.Camilleri A.Camilleri 2 Casati Modignani Lettera D-E Lettera F Lettera G-Gi Lettera Gl-Gz Lettera H-I-J Lettera K-Le Lettera Lf-LZ Lettera M-Me LetteraMi-Mz Lettere N-O Lettera P Lettera Q-R Lettera S-Sl LetteraSm-Sz Lettera T Lettera U-V Lett.da W a Z AA.VV. Dizionari Guide Lista libri


figure
action figure
statue
resolution shop.it tante
offerte
Statuine
collezione
Bandai
Banpresto
Good Smile
Diamond S.
Hot Toys
Squarenix
pronta consegna
Furyu
DC Comics
Ubisoft
Kotobukiya
Funko
Mezco,Neca
Game of Thrones
McFarlane resolution

TAG: Tamar, Lot, Abramo, Cananei, prostituzione sacra, rituali di aggregazione, scambio delle donne, Giuda, Er, Onan, levirato, Sacra Bibbia, ebrei, sodomia punita, inospitalità punita, incendio come punizione, Sodoma, non voltarsi indietro, parola, Sara, Sarai, bullismo militaresco, Melanthos, Xantos, peripolos, Mar Morto, Anat, Mot, Baal, miti di Ugarit, Paolo Xella, Gli antenati di Dio.