Sicilia e i luoghi tangibili e i beni immateriali considerati
dall'UNESCO patrimonio dell'umanità


News sempre aggiornate di turismo, cultura, mostre in Sicilia


La Sicilia vanta, al momento, 7 siti o luoghi tangibili e 3 siti appartenenti al Patrimonio immateriale, proclamati Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. L'UNESCO (in inglese United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, da cui l'acronimo UNESCO) è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite che ha lo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni con l'istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l'informazione per promuovere "il rispetto universale per la giustizia, per lo stato di diritto e per i diritti umani e le libertà fondamentali" quali sono definite e affermate dalla Carta dei Diritti Fondamentali delle Nazioni Unite.
I luoghi tangibili sono la Valle dei templi ad Agrigento, le isole Eolie, le citta' tardo barocche del Val di Noto, Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Monreale e Cefalù, Siracusa e le opere rupestri di Pantalica, la Villa romana del Casale a Piazza Armerina, e il monte Etna. Come Patrimonio dell'umanita' immateriale proclamato dall'UNESCO la Sicilia vanta le Opere dei pupi siciliani, la dieta mediterranea, la vite ad Alberello di Pantelleria. In queste pagine verranno proposte delle foto per illustrare il patrimonio UNESCO di Sicilia.



News Turismo Trapani da hotel-trapani.com

Decima regata dei 5 fari a Trapani
(6-8 LUGLIO 2024)
È ancora grande vela a Trapani con la decima edizione della Regata dei cinque fari organizzata dalla Società Canottieri di Palermo che da dieci anni organizza questa bellissima manifestazione.

La regata dei cinque fari non è soltanto una competizione sportiva ma anche un viatico per la promozione turistica del territorio visto che le barche a vela gareggeranno sul “terreno di gioco” dello splendido mare trapanese.

Questa manifestazione è inserita tra le prove del campionato italiano Offshore ed è una regata costiera di vela di altura da 140 miglia, con partenza dal golfo di Palermo (località Acqua dei Corsari), passando attraverso i fari e le aree marine protette della Sicilia occidentale.
Tra questi occorre menzionare gli scogli dei Porcelli che ancora una volta faranno da scenario ad una manifestazione unica nel suo genere. L´omonimo faro è ancora funzionante e tutt´oggi dirige le navi che si avvicinano al porto di Trapani avvertendole della presenza della scogliera adiacente.

Una piccola curiosità: Le pietre utilizzate per costruire questo faro sono state estratte dalle cave di Custonaci per poi essere arricchite con ferro e cemento.

La regata si concluderà con l´arrivo al traguardo previsto nel golfo di Mondello lunedì 8 luglio.

Ulteriori info sul sito ufficiale dell´evento

(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-06-13

San Vito Jazz Festival 2024
San Vito Lo Capo si prepara a vivere un´altra fantastica edizione di San Vito Jazz, una rassegna musicale che porta sul palco del borgo marinaro alcuni dei più grandi artisti di musica jazz di fama internazionale.

La manifestazione è organizzata dagli stessi operatori turistici di San Vito Lo Capo che hanno concesso ciascuno un piccolo contributo economico per finanziare l´iniziativa, considerata uno degli appuntamenti culturali più cool della stagione.

San Vito Lo Capo quindi non è solo cous cous o aquiloni ma anche cultura musicale raffinata, capace di attirare, anche per la gratuità dei concerti, l´attenzione del pubblico più vario e numeroso.

La manifestazione prenderà il via già da questo mese di giugno e si svilupperà per tutta l´estate fino al mese di ottobre, con un programma fitto di appuntamenti e concerti due volte la settimana.

Un´anteprima è prevista il 19 giugno con un concerto a cura della band di Valerio Rizzo e poi dal 3 luglio “Tutti matti, voglio fare il jazz”, parafrasando un celebre motivo che fa da colonna sonora al film di animazione Disney “Gli Aristogatti”.

Il direttore artistico della manifestazione è Dario Peraino il quale ha curato personalmente la selezione degli artisti, molti dei quali siciliani, tra cui Francesco Buzzurro considerato uno dei più grandi chitarristi classici del mondo. Francesco si esibirà si esibirà il 24 luglio.

Altri importanti musicisti come Gianni Gebbia e Daniela Spalletta animeranno invece una serata davvero unica ovvero quella del 3 luglio.

Non mancheranno anche gli artisti stranieri come il brasiliano Toninho Horta, il 31 luglio, in un concerto che tratteggierà un viaggio indimenticabile attraverso le molteplici sfumature del jazz.



(Testi Giuseppe Puglia)


Data articolo: 2024-06-10

Trapani Film Festival 2024 alla Casina delle Palme
Dopo il successo della prima edizione si prepara a tornare il Trapani Film Festival, anche quest´anno alla Casina delle Palme dal 20 al 23 giugno, con un programma ricco di novità e ospiti nazionali e internazionali.

Trapani Film Festival è una rassegna di film e opere cinematografiche indipendenti che offre una vetrina suggestiva agli autori e ai protagonisti delle opere in mostra, con momenti di confronto e condivisione.

Il festival si aprirà il prossimo 20 giugno con la premiazione del concorso Trapani Off Film Festival, dedicato agli studenti, mentre il 21 giugno si terrà la serata inaugurale con uno spettacolo pieno di musica e ospiti a cui seguirà la proiezione di un film in concorso.

La grande serata finale si terrà il 23 giugno a partire dalle ore 20,00 con la premiazione dei film vincitori e un concerto di chiusura.

L´organizzazione ha pubblicato sul suo sito gli ospiti di questa seconda edizione, molti dei quali sono noti al grande pubblico. Personaggi del calibro di Michele La Ginestra e Domenico Centamore, quest´ultimo protagonista della fortunata serie televisiva Makari nel ruolo di Piccionello, in coppia con Claudio Gioè suo compagno di tante avventure televisive.

Altri importanti ospiti sono Ester Pantano, madrina ufficiale della seconda edizione, Raffaele Vannoni, Emma Dante, Angela Curri, Fabrizio Ferracane, Manuela Ventura e, guest star di quest´anno, gli attori comici e cabarettisti Matranga e Minafò. E poi ancora Loredana Cannata, Davide Calgaro, Chiara Vinci, Alessio Vassallo, Francesco Russo e tanti altri ancora che saranno a Trapani per omaggiare il cinema italiano in tutte le sue forme ed espressioni. Film con una garanzia di qualità e una libertà espressiva tale da renderli veri e propri gioielli del cinema contemporaneo.

Il programma completo lo trovate sul sito ufficiale dell´evento.

(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-05-31

Le auto storiche arrivano a Trapani
Nel corso del mese di giugno a Trapani ci saranno tre manifestazioni legate al mondo delle auto d´epoca.

La prima in ordine di tempo sarà quella del 13 giugno a cura del Registro Fiat Sicilia che organizzerà un raduno automobilistico a Piazza Vittorio Emanuele dalle 10 alle 13.

Sempre Piazza Vittorio Emanuele sarà la location per la manifestazione organizzata dall´associazione sportiva Scuderia del Castello di Alcamo in collaborazione con la Old Motors di Malta che presenterà una mostra con circa 40 auto d´epoca in gran parte inglesi dalle 9,30 fino alle 16 del pomeriggio.

Il mese di giugno si chiuderà poi con la XXV rievocazione storica Trapani Monte Erice in calendario dal 29 al 30 giugno per valorizzare la conservazione e il restauro dei veicoli di interesse storico e da collezionismo.

In questi due giorni la manifestazione, iscritta al Circuito Tricolore dell´ASI (Automobil Club Storico Italiano) prevede nel primo giorno l´accoglienza e il controllo delle auto d´epoca partecipanti al “Concorso Dinamico” provenienti da tutta Italia nell´area di Piazza Vittorio Emanuele, mentre in serata le auto lasceranno la piazza per dirigersi verso il centro storico cittadino per la presentazione degli equipaggi.

Il 30 giugno le auto, dopo aver sostato tutta la notte a Piazza Vittorio Emanuele, partiranno di buon mattino per raggiungere Valderice.

Come dicevamo, si tratta di un evento che intende rievocare la celebre gara automobilistica Trapani-Monte Erice che fin dal 1954 si svolgeva presso le strade della vetta in una competizione molto serrata.

Al di là delle semplici sfilate o mostre statiche, queste tre manifestazioni sono un motivo di vanto, perché si ha la possibilità di ammirare splendidi esemplari di auto che hanno scritto le pagine più entusiasmanti dell´automobilismo, alcune addirittura a cavallo delle due guerre.

(fonte Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-05-28

Giornata delle dimore storiche
L´associazione dimore storiche d´Italia organizza per domenica 26 maggio la XIV edizione della Giornata Nazionale delle dimore storiche che in Italia consentirà al pubblico di accedere gratuitamente a oltre 450 tra castelli, ville, parchi e giardini.

Il nostro Paese ha un patrimonio culturale inestimabile, in grado di renderlo il più grande e diffuso museo al mondo, tanto da essere invidiato all´estero. Per questo motivo è importante tutelarlo e promuoverlo per renderlo fruibile a tutti.

A Trapani, in particolare, saranno visitabili il Palazzo Vescovile, sede della prestigiosa biblioteca G.B. Amico e la Tonnara Foderà di Magazzinazzi.

Questo appuntamento rappresenta un´occasione unica per ammirare le bellezze italiane e sensibilizzare l´opinione pubblica sull´importanza delle dimore storiche del nostro Paese, testimonianze della storia di luoghi e società per almeno 100 anni.

Questo infatti è il requisito minimo per essere classificati come dimora storica su accertamento di una speciale commissione tecnica che effettua ogni giorno oltre 500 controlli di qualità per catalogare, classificare e certificare gli standard di eccellenza di castelli, ville e residenze d´epoca.

Se una determinata struttura supera i controlli di qualità viene iscritta nell´Archivio Nazionale che da 20 anni tutela e valorizza il nostro patrimonio storico attraverso questa certificazione di qualità.

Per avere alcuni numeri: la commissione tecnica ha effettuato più di 1 milione e mezzo di controlli e ha catalogato 7.660 dimore storiche di cui solo l´1%, ovvero 379 dimore storiche, hanno ottenuto la certificazione di eccellenza.

In gran parte oggi le dimore storiche non sono più abitate dalle famiglie aristocratiche che le hanno costruite ma sono fruibili come musei o come suggestive location per eventi speciali.

Le iniziative come queste hanno bisogno di iniziative in grado di rivitalizzare i piccoli comuni dove spesso queste residenze riescono a promuovere quella forma di turismo che oggi chiamiamo esperienziale.

(Testi Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-05-22

Festa di San Vito Lo Capo martire
Dal 13 al 15 giugno San Vito Lo Capo è in festa per il suo omonimo patrono con una serie di festeggiamenti che aprono l´estate e che hanno la loro conclusione nella suggestiva processione in arrivo dal mare.

La devozione per San Vito ha origini antichissime e il suo cui culto si estende non solo in Sicilia ma a tutta l´Europa sin dai primi secoli dopo il martirio, durante la grande persecuzione voluta dall´imperatore Diocleziano.

San Vito nacque a Mazara del Vallo e fin da piccolo, rimasto orfano di madre, fu affidato alle cure di due tutori che lo fecero convertire alla fede cristiana.

Su denuncia del padre naturale, che era pagano, venne arrestato e dopo aver subìto atroci torture venne rinchiuso in carcere.

Nonostante questa persecuzione egli non si disperò e non rinnegò la propria fede; anzi venne liberato miracolosamente da un angelo che in barca lo condusse in Lucania, l´odierna Basilicata che a quel tempo si estendeva fino a comprendere la Campania e la Calabria.

La leggenda vuole che durante il viaggio egli fosse nutrito da un´aquila che gli portava cibo e acqua finché non sbarcò sulle coste del Cilento.

Qui Vito acquistò sempre di più fama di guaritore e pur avendo aiutato l´imperatore Diocleziano a liberare il figlio dalle grinfie del demonio, quesi lo fece comunque arrestare e torturare finché non morì nel 15 giugno 303.

Diverse leggende devozionali lo vedono protagonista in Sicilia, dove diverse località lo hanno eletto come Santo patrono: Mazara del Vallo ovviamente, dove è nato, ma anche nel borgo marinaro di San Vito Lo Capo, dove è stato eretto intorno al Trecento un santuario con una piccola cappella dedicata a San Vito martire.

Ritornando ai festeggiamenti in onore di questo martire della fede, il programma prevede una suggestiva processione che dal mare arriva sulla terraferma e l´emozionante sbarco del Santo al tramonto, accompagnato dai tradizionali fuochi d´artificio.

La sera in centro si anima con giochi, spettacoli musicali e mostre di prodotti enogastronomici.

(testi Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-05-20

Cassata Fest a Trapani
La cassata siciliana è il dolce più famoso della Sicilia e come dire di no a questo straordinario trionfo di dolcezza?

Sicuramente chi è a dieta magari per le giornate della prima edizione di Cassata Fest, realizzato con il patrocinio del comune di Trapani, abbandonerà bilancia e dietologo per degustare dal 31 maggio al 2 giugno nell´Ex Piazza Mercato del Pesce di Trapani una delle espressioni più alte della pasticceria siciliana.

Tra un boccone e l´altro è interessante capire anche l´origine culturale di questa bontà ed è per questo che durante le serate della manifestazione ci saranno momenti di approfondimento con convegni e seminari per valorizzare la tradizione dolciaria del nostro territorio.

Cassata Fest non sarà solamente il trionfo della pasticceria locale grazie alla partecipazione dell´associazione pasticceri trapanesi, ma vuole anche valorizzare le tipicità locali come le busiate alla trapanese realizzate con farine di grani siciliani, l´aglio di Nubia e il pomodoro pizzutello di Paceco coltivati da un´agricoltura biologica e sostenibile.

Chi si avvicinerà agli stand vedrà distribuirsi fette di cassata siciliana o cassatine mignon con offerta consigliata, perché si tratta, comunque, di un evento finalizzato alla raccolta fondi per sostenere due progetti di utilità sociale a tutela dell´ambiente.

Cassata Fest infatti è organizzata dalla locale sezione di Legambiente Trapani-Erice ed ha a cuore due importanti progetti: il primo riguarda la vigilanza contro gli incendi e abbandono di rifiuti nella riserva delle saline di Trapani e Paceco, iniziativa già realizzata negli anni precedenti che ha dato così ottimi risultati da ridurre gli incendi di almeno il 50 per cento.

Il secondo progetto riguarda, invece, la custodia e il mantenimento di un giardino didattico per promuovere la conoscenza delle piante tipiche dell´area mediterranea, intitolato recentemente a Fratel Biagio presso la scuola dell´infanzia e primaria Don Milani dell´istituto Nunzio Nasi di Trapani.

(Testi Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-05-14

XIV edizione del Festival degli Aquiloni di San Vito Lo Capo
Riparte dal 22 maggio e fino a domenica 26 maggio il tanto atteso Festival degli Aquiloni di San Vito Lo Capo, giunto alla sua XIV edizione per ritornare tutti po´ bambini, perché l´aquilone è un giocattolo che un po´ tutti hanno usato per divertirsi, ma trova anche nei bambini di oggi grande interesse e svago grazie al fatto che costa poco e non necessita di particolari abilità se non nella forza del vento che li fa volare in alto.

E dalle nostre parti il vento non manca mai. Ed è per questo che la manifestazione richiama moltissimi appassionati a San Vito Lo Capo, dove sarà possibile ammirare e acquistare gli aquiloni negli stand appositamente allestiti.

Non mancheranno, anche in questa edizione, i laboratori per la costruzione degli aquiloni dove tutti avranno la possibilità di imparare a costruirne uno da far volare immediatamente in un´area dedicata presso la spiaggia. Per gli aquilonisti professionisti è previsto invece un campo volo più adatto, allestito lungo la via Savoia.

La manifestazione organizzata con il patrocinio del comune di San Vito Lo Capo prevede un programma fitto di appuntamenti a partire dall´apertura ufficiale del 22 maggio alle ore 10,00 quando una parata lascerà il palazzo comunale per sfilare lungo le vie cittadine in compagnia dell´autorità comunali e degli organizzatori. Ad accompagnarli la banda musicale “Città di San Vito Lo Capo”.

A questa sfilata parteciperanno anche tutti gli aquilonisti in gara ognuno con la propria bandiera di provenienza dei partecipanti.

Gli eventi collaterali coinvolgeranno i bambini, con momenti di animazione, gonfiabili e spettacoli di magia. Per gli adulti la musica del gruppo Drepanum Dixie Band che allieterà sia i partecipanti che i tanti visitatori del festival.

Come ogni anno, visto che il Festival cade nel giorno dell´anniversario della strage di Capaci, ci sarà una commemorazione solenne del tragico evento nel quale persero la vita il giudice Giovanni falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta. Alla presenza delle autorità civili, militari e religiose si osserverà un minuto di silenzio per ricordare questi eroi civili a 32 anni dalla loro morte.

Tanti sono gli eventi di svago e divertimento previsti per questi 4 giorni che faranno da preludio alla stagione turistica che già a San Vito Lo Capo è iniziata, e che troverà il suo culmine a settembre con il Cous Cous Fest. Per cui tutti con il naso all´insù e godiamoci l´emozione del volo degli aquiloni.

(Testi Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-05-13

Trapani Comix 2024 a Villa Margherita
Quest´anno, in occasione della quinta edizione di Trapani Comix, tante sono le novità in programma. A partire dagli eventi collaterali alla manifestazione come ad esempio due mostre dedicate sempre agli eroi e ai protagonisti della nobile arte del fumetto.

Una di queste mostre, visitabile gratuitamente, è dedicata al 75esimo anniversario dalla nascita di Tex e il numeroso pubblico di appassionati potrà visitarlo nell´atrio di Palazzo Cavarretta fino al 26 maggio, con l´esposizione di tavole e disegni originali provenienti da una collezione privata.

L´altra mostra sarà allestita presso la galleria d´arte 112 Ricami in via Serisso. Il titolo della mostra è “Storie dal Sud del Mondo”, una personale dell´illustratore e fumettista trapanese Antonio Cammareri in arte Commamoro.

Ritornando alla fiera Trapani Comix, anche quest´anno vedrà come location la luminosa Villa Margherita. Partita nel 2019 quasi in sordina è oggi diventata uno dei momenti più attesi dell´anno da tutti gli appassionati dei fumetti, dei cosplayers e dei videogiochi che anche quest´anno affolleranno gli stand allestiti, per vivere un momento di sana e pura fantasia di evasione dallo stressante logorìo della vita di tutti i giorni.

Trapani Comix è un marchio dei Nerd Attack, un gruppo di giovani trapanesi che è riuscito a trasformare una genuina passione nell´evento che apre la stagione turistica estiva.

Trapani Comix è realizzata in collaborazione con il Luglio Musicale Trapanese e il Comune di Trapani ed è, non solo una fiera ricca di stand, spettacoli e cosplay ma anche un luogo d´incontro dove è possibile socializzare grazie alle diverse aree dedicate ai videogames, ai giochi da tavolo e, novità di quest´anno, perfino un´intera area dedicata al Sol Levante.

Non mancheranno i momenti di intrattenimento con un ricco programma di artisti musicali e non solo che durante i tre giorni di manifestazione si alterneranno sul palco del teatro Giuseppe Di Stefano.

Tante sono le aree tematiche dove i giovani e anche i meno giovani appassionati potranno incontrare disegnatori, illustratori e coloristi per un momento di confronto con questo fantastico mondo.

Ulteriori info sul sito ufficiale dell´evento

(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-05-06

San Vito Lo Capo vela Fest
Grande attesa a San Vito Lo Capo per la prima edizione di San Vito Vela Fest, una regata che nasce dalla sinergia tra il comune di San Vito Lo Capo e il Centro Velico Siciliano di Palermo.

Saranno tre giornate di gare molto intense e si inizierà venerdì 31 maggio con la regata d´altura Palermo-San Vito Lo Capo con partenza dal golfo di Mondello.

Gli altri giorni saranno dedicati ad alcune regate che si svolgeranno a San Vito sulle boe che si trovano davanti la spiaggia, mentre altre esibizioni avranno come punto di partenza il golfo del borgo marinaro.

San Vito Lo Capo è un crogiuolo di eventi e manifestazioni nate per attirare il maggior numero di turisti e visitatori, ognuno dei quali ha degli interessi diversi, ma tutti si trovano d´accordo quando si passa a degustare i prodotti enogastronomici locali, in particolare il cous cous che poi avrà la sua attenzione a settembre con il Cous Cous Fest.

Ritornando alla manifestazione velica, come dicevamo, sarà un week end ricco di tante sorprese, ad iniziare dal village, che sarà appositamente allestito per ospitare prodotti e servizi dedicati alla nautica e poi ancora corsi gratuiti di avviamento alla vela per ragazzi, che faranno la loro uscita in mare, appositamente accompagnati dagli esperti istruttori del Centro Mare Sport di San Vito Lo Capo.

Per gli appassionati di piccoli modelli di barca a vela sono previste regate dimostrative con appunto modelli a vela radiocomandati, corsi di educazione ambientale per gli studenti delle scuole e in collaborazione con la Lega Navale di Palermo sarà allestito il 2 giugno, festa della Repubblica, un Simulatore di Vela, dove la Federazione Italiana di Vela offrirà gratuitamente uscite in mare con un´imbarcazione d´altura.

Il mare è affascinante, però bisogna saperlo amare ed è per questo che l´organizzazione ha riservato ai tantissimi amatori occasioni di arricchimento formativo per il giusto approccio quando si esce in mare aperto.

(Testi Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-04-30

76° stagione artistica del Luglio Musicale Trapanese
Tanti sono gli appuntamenti per la 76° stagione artistica del Luglio Musicale Trapanese che già tutto l´anno offre tanti eventi e manifestazioni, ma a partire dalla primavera c´Ã¨ un ricco cartellone di opere liriche, concerti sinfonici e da camera, spettacoli di danza e differenti iniziative culturali. Nel periodo estivo ritorna in funzione il teatro all´aperto allestito nella villa Margherita, ma non è l´unica location, perché per questa stagione 2024 sono diversi i palcoscenici naturali e urbani come il Chiostro S. Domenico e la Torre di Ligny.
Ecco gli appuntamenti in cartellone previsti per questa stagione artistica:

• 30 maggio ore 18,00: Note d´Incanto (Teatro Pardo) - Concerto del coro di voci bianche e cantori solisti

• 12 e 14 luglio ore 21,00: TURANDOT di Giacomo Puccini nel 100° anniversario della morte (Teatro G. Di Stefano)
• 16 luglio ore 21,00: Omaggio a F. Poulenc e G. Gershwin (Teatro G. Di Stefano)
• 24 e 26 luglio ore 21,00: Il Flauto Magico di W. Mozart (Teatro G. Di Stefano)

• 3 e 5 agosto ore 21,00: La Cenerentola di G. Rossini (Teatro G. Di Stefano)
• 10 agosto ore 21,00: Racconti Visionari (Chiostro S. Domenico) - Concerto di pianoforte di Serena Valluzzi
• 18 agosto ore 21,00: Italia iberica (Chiostro S. Domenico) - Gabriele Imbesi (chitarra)
• 25 agosto ore 21,00: C´era una volta lo swing (Chiostro S. Domenico) - on Mauro Carpi Trio
• 31 agosto ore 19,00 Dialoghi tra mare e vento (Torre di Ligny) - Nino Errera

• 1 settembre ore 21,00: Uno, Nessuno, Centomila (Chiostro S. Domenico) - New Saxophone Orchestra
• 6 settembre ore 21,00: Le Goldberg: un´altra versione (Chiostro S. Domenico) - Concerto di pianoforte
• 7 settembre ore 21,00: IKI-Bellezza Ispiratrice (Chiostro S. Domenico) - Elaborazioni elettroniche e visive a cura di Francesco Cavestri Trio
• 13 settembre ore 21,00: Tangos, Ecos de mi tierra (Teatro G. Di Stefano) - Spettacolo di tango argentino

• 12 ottobre ore 18,30: La Furba e lo Sciocco (Teatro Pardo)
• 19 ottobre ore 18,30 Le tue Indie Sono Roma (chiesa del Collegio dei Gesuiti) - Melologo sacro sulla vita di San Filippo Neri

• 9 novembre ore 18,30 La Trasformazione di K-Una fertile (Teatro Pardo) - Nel 100° anniversario della morte di F. Kafka
• 16 novembre ore 18,30 Aci, Galatea e Polifemo (Teatro Pardo)

• 13 e 14 dicembre ore 18,30 Un Natale ancora (Teatro Pardo)
• 21 dicembre ore 18,30 Walt Disney racconta (Teatro Pardo) - Concerto sinfonico con le più celebri colonne sonore Disney.

Info e biglietti nel sito ufficiale
Data articolo: 2024-04-24

Ron al cineteatro Ariston di Trapani
Continuano gli appuntamenti con la grande musica a Trapani e grande fermento c´Ã¨ per il concerto di Ron che torna in teatro con un nuovo live dal titolo “Al Centro esatto della Musica”, uno spettacolo musicale che ci sarà sul palcoscenico del Cine Teatro Ariston di Trapani mercoledì 24 aprile alle 21,00.

Saranno due ore in cui Rosalino Cellammare, in arte Ron, intratterrà il pubblico con venti brani scelti dal suo vastissimo repertorio, dove farà rivivere grandi emozioni con i suoi più grandi successi. Ron è nato a Dorno, un piccolo paese in provincia di Pavia, ed è considerato tra i principali cantautori della sua generazione, ricevendo durante i suoi 57 anni di carriera numerosi riconoscimenti, tra cui due Premi Lunezia, il Venice Music Awards, il Premio della Critica Mia Martini, il Premio Bindi e l´ultimo in ordine di tempo Il Premio Tenco alla carriera ricevuto nel 2023 nel corso della 46esima rassegna della canzone d´autore proprio al Teatro Ariston di Sanremo.

Adesso per Ron si aspetta un altro debutto su un altro teatro Ariston, che non ha lo stesso prestigio di quello sanremese, ma è altrettanto ansioso di ascoltare la sua musica, che arriva dritta al cuore della gente.

Sul palco di Trapani Ron si esibirà con chitarra e piano, accompagnato dagli altri musicisti, che dal 27 febbraio condividono con lui questo straordinario tour nei teatri italiani.

Dicevamo che Ron fa musica da molti anni e per ironia della sorte ha debuttato nel 1967, l´anno in cui mori Luigi Tenco, un cantautore da lui così amato, tanto da dedicargli un´intima versione di “Lontano, Lontano, un grande successo di Luigi Tenco, con cui l´artista pavese ha aperto l´edizione 2023 del premio Tenco, incidendo poi la canzone qualche mese dopo.

Ron ha partecipato a otto Festival di Sanremo, tra cui quello del 1996 che lo ha visto vincitore in coppia con Tosca con la canzone “Vorrei incontrarti fra cent´anni”, su cui tanto si è favoleggiato in quel periodo, sospettando che i voti del televoto furono truccati in suo favore. La canzone ha vinto perché è bella e tra l´altro in quell´anno ha vinto il prestigioso premio della critica “Volare”.

(Testi Giuseppe Puglia)
Data articolo: 2024-04-17

Regata velica Rotta dei Florio
Seconda regata velica della stagione sarà quella in programma dal 10 al 12 maggio denominata “Rotta dei Florio” che quest´anno festeggia la sua terza edizione.

La regata che si svolge nei territori di Palermo, Trapani e l´arcipelago delle Egadi non a caso richiama la leggendaria famiglia dei Florio, che tra l´Ottocento e l´inizio del Novecento era tra le famiglie più ricche d´Italia con un ricco impero aziendale, che spaziava dalla chimica alla vineria, dal turismo all´industria del tonno.

Una figura particolarmente carismatica della famiglia fu certamente Ignazio Florio (1838-1891), perché ebbe la felice intuizione che gli ambiti di interesse della famiglia dovessero andare oltre la semplice drogheria, di cui erano titolari all´inizio, e tale intuizione effettivamente condusse i Florio ad infinite ricchezze.

Tra l´altro egli fu il fondatore del Club Canottieri Roggero di Lauria di Palermo, che è l´ente che organizza la regata con partenza Fine modulo

venerdì 10 maggio con la collaborazione della Lega Navale Italiana, sezione di Trapani.
La manifestazione sportiva rievoca la rotta storica delle imbarcazioni commerciali della flotta dei Florio con un percorso che punta a esaltare le ricchezze di territori come Palermo, Trapani e le Egadi, unite dal mare e dalla storia.

Nelle passate edizioni hanno gareggiato decine di imbarcazioni che si sono confrontate nelle due tappe con equipaggi molto competitivi che hanno affrontato un itinerario affascinante e interessante dal punto di vista strategico. Questa è la forza di una regata che s´inserisce a pieno titolo nel panorama delle competizioni veliche nell´area del Mediterraneo.

Il percorso della prima tappa sarà una regata offshore con partenza da Mondello e arrivo a Trapani il 10 maggio, come dicevamo, con partenza alle ore 11,00 e arrivo a Trapani presso la terrazza della Lega Navale mentre sabato 11 maggio alle 13,55 la seconda tappa prevede una regata offshore con partenza da Trapani, passaggio obbligato alla boa di Favignana e arrivo nel golfo di Mondello.

Domenica 12 maggio la regata si concluderà con l´arrivo a Mondello e cerimonia di premiazione.

(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-04-15

Regata velica Battaglia delle Egadi
E´ come se Trapani tornasse indietro nel tempo quando nel 2005 imperversava sui mari trapanesi l´America´s Cup, che tanto bene ha portato al nostro territorio in termini di presenze turistiche e di rinomanza a livello mondiale.

Oggi quell´atmosfera internazionale seppure in termini ridotti rivivrà dal 3 al 5 maggio con la regata velica denominata “Battaglia delle Egadi” in occasione dell´anniversario della celebre battaglia navale conclusiva della prima guerra punica, dove dopo oltre vent´anni di grandi scontri sia in terra che in mare, la grande Cartagine subì presso l´arcipelago delle Egadi una sconfitta umiliante con costi altissimi sia in termini di vite umane che di mezzi navali, per non parlare dell´enorme dispendio di risorse finanziarie che i cartaginesi dovettero sostenere per finanziare le operazioni belliche.

Fatta questa premessa di carattere storico per inquadrare lo spirito della manifestazione, cui è collegato il trofeo Sebastiano Tusa, il celebre archeologo siciliano e sovrintendente del mare che ha dedicato la sua intera vita allo studio della Battaglia delle Egadi e che è tragicamente scomparso per fatalità della sorte il 10 marzo del 2019 in un incidente aereo in Etiopia proprio nel giorno in cui si commemorava la battaglia finale del 241 a.C.

L´evento sportivo di grande richiamo turistico è organizzato dalla Lega navale di Trapani con il patrocinio del comune di Trapani e s´inserisce validamente nel panorama sportivo oltre che della nostra Provincia di Trapani anche in ambito regionale e catalizza sempre più l´attenzione degli armatori di barche d´altura e degli sportivi siciliani oltre che dei media locali e regionali.

(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-04-10

I cavalli arabi tornano a Trapani
L´associazione Nuovo Gruppo Equestre Monterice organizza per il 18 e 19 maggio a Trapani la XIII edizione della manifestazione dedicata ai cavalli di razza arabi. Centro della manifestazione sarà Piazza Vittorio Emanuele che sarà utilizzata come passaggio dei cavalli per raggiungere il limitrofo campo di gara.

Si tratta di una competizione alla quale gareggeranno centinaia di purosangue arabi provenienti dai migliori allevamenti nazionali e internazionali. L´iniziativa nata nel 2010 come trofeo regionale è cresciuta fino a diventare una competizione a carattere internazionale, essendosi trasformata di fatto da un concorso B nazionale in uno di categoria B internazionale tanto da essere inserita dall´ANICA come prima tappa del circuito annuale ed è pertanto l´evento più importante e la Categoria massima di tutto il centro sud Italia.

Negli anni l´associazione Nuovo Gruppo Equestre Monterice ha organizzato e gestito diversi show con grande richiamo di numerosi turisti e visitatori; in particolare, negli anni 2016 e 2017 l´associazione ha avuto l´onore di organizzare uno show internazionale equestre nella città di Palermo, regalando tante emozioni e soddisfazioni e prodigandosi per assicurare professionalità ed accoglienza agli ospiti in un paesaggio naturale mozzafiato come il Parco della Favorita che ha fatto da splendida cornice ad uno spettacolo ineguagliabile.

La partecipazione degli spettatori è stata di circa trentamila presenze e le strutture ricettive hanno registrato il tutto esaurito. Ed ancora sempre nel 2017 l´associazione ha organizzato un altro show a S. Vito Lo Capo, facendo evidenziare come l´aspetto prettamente agonistico si coniuga perfettamente con quello socio-economico e culturale, trasformando il concorso in un grande evento che coinvolge una comunità intera con tanti eventi collaterali con spettacoli a tema, degustazione di prodotti tipici, esposizioni di attrezzature per equitazione, facendo divertire sia gli adulti che i bambini.



(Testi Giuseppe Puglia)


Data articolo: 2024-04-05

I 70 anni della Cronoscalata di Erice
Iniziano a rombare i motori della settantesima edizione della storica cronoscalata Monte Erice, il tradizionale evento sportivo che raccoglie molti appassionati lungo il percorso fino ad arrivare nello storico borgo medievale di Erice vetta.

Come dicevamo, quest´anno la cronoscalata festeggia i suoi settant´anni di vita e per l´occasione l´Automobile Club Trapani, che organizza da sempre la manifestazione, ha preparato tanti eventi che collegano Trapani, Valderice ed Erice, le tre città ospitanti, in un unico circuito della prova inaugurale del nuovo campionato Supersalita.

Quest´anno le verifiche si terranno a piazza Vittorio Emanuele a Trapani ed è una scelta non casuale, perché nel 1954 quando si disputò la prima edizione, la partenza delle automobili avvenne proprio da questa location, dove la città vecchia si unisce a quella nuova. Facendo i preliminari proprio a Piazza Vittorio, che dista poche decine di metri dal mare, i partecipanti potranno sentire il suo profumo in una sorta di abbraccio benaugurante.

Dalla prima edizione moltissimi chilometri sono stati percorsi per rendere ancora più avvincente questa manifestazione, che nel corso degli anni è cresciuta, rivista e migliorata per aumentare continuamente la sicurezza e il numero degli iscritti, mantenendo, però, salde alcune caratteristiche del percorso, che sono i difficili tornanti che collegano Valderice a Erice, che fanno della competizione una delle migliori e affascinanti cronoscalate d´Italia, se non altro per il Mar Tirreno, che fa sfondo al circuito.

L´edizione di quest´anno strizza l´occhio al passato, ma guarda con occhi spalancati al futuro, perché la cronoscalata non è solo un evento motoristico, ma può costituire un grande volano per il turismo del territorio.

(testi Giuseppe Puglia)


Data articolo: 2024-03-26

Itinerario e percorso dei Misteri di Trapani 2024
Come ogni anno i Trapanesi vivono una trepidante attesa su quale tipo di itinerario ha elaborato l´Unione Maestranze per l´edizione annuale della secolare Processione dei Misteri. E finalmente a poco più di un mese dallo svolgimento della processione del venerdì santo è arrivato il comunicato che descrive le vie del territorio cittadino toccate dalla processione.
Come è ormai consuetudine dal 2011 ad oggi viene rispettata l´alternanza tra via Fardella e centro storico e dopo l´edizione dello scorso anno dove l´arteria principale è stata interessata, seppur in parte, dai Sacri Gruppi, il 2024 è la volta del solo centro storico che vede interessate le seguenti vie:

ITINERARIO DEFINITIVO PROCESSIONE MISTERI 2024




CLICCA SULLA FOTO PER INGRANDIRE L´ITINERARIO


Chiesa Anime Sante del Purgatorio – USCITA – ore 14.00
Piazza Purgatorio
Via Generale Domenico Giglio
Via Nunzio Nasi 
Via Generale Enrico Fardella
Via San Francesco d´Assisi
Via Barlotta
Via Giacomo Tartaglia
Viale Duca d´Aosta
Via Cistoforo Colombo
Via Giovanni da Procida
Via Silva
Via dei Piloti 
Largo delle Ninfe
Via Carolina
Piazza Gen. Scio
Corso Vittorio Emanuele
Via Torrearsa
Via Garibaldi
Piazza Municipio
Piazza Vittorio Veneto
Viale Regina Margherita
Piazza Vittorio Emanuele
SOSTA – arrivo I° Gruppo ore 20.00
Pazza Vittorio Emanuele – RIPARTENZA – ore 01.00 del Sabato

Via SpaltiVia Osorio 
Via XXX Gennaio
Corso Italia
Piazza Sant´Agostino
Piazza Scarlatti – passaggio sede Unione Maestranze Ets
Piazza Saturno
Via Torrersa
Corso Vittorio Emanuele
Via Roma
Via Libertà
Piazza Matteotti
Via Libertà
Corso Vittorio Emanuele
Via Serisso
Via Nunzio Nasi
Via Custonaci
Via Corallai
Corso Vittorio Emanuele – RICOMPOSIZIONE BANDE e PROCESSIONI – ore 05.30
Via Torrearsa
Viale Regina Elena - Casina delle Palme
Piazza Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa
Piazza Lucatelli
Via Turretta
Via Nunzio Nasi
Via Generale Domenico Giglio
Piazza Purgatorio e Chiesa Anime Sante del Purgatorio – ENTRATA I° Gruppo – ore 07.45

Questo è l´itinerario ufficiale della Processione dei Misteri 2024 così come riportato sul sito dell´evento

Per ulteriori approfondimenti, non mancate di visitare la nostra pagina dedicata alla processione dei Misteri di Trapani

Data articolo: 2024-03-25

L´arte pasquale in mostra a Trapani
In vista della settimana santa si moltiplicano anche le mostre sulla Passione e Morte di Gesù e ci piace segnalarne una che merita la giusta attenzione per comprendere meglio il significato del venerdì santo e non limitarsi ad essere semplicemente spettatori di una processione.

Il 21 marzo s´inaugurerà e sarà visitabile fino al 14 luglio la mostra artistica “Thesauro suo novo et vetera”, espressione latina che significa “Il suo nuovo e vecchio tesoro” ovvero tutto il patrimonio artistico talvolta anche inedito che gli artisti trapanesi hanno realizzato nei secoli per esprimere con i loro occhi e con le loro mani il significato più profondo della Pasqua.

Non c´Ã¨ Resurrezione se non ci sono la Passione e la Morte di Gesù ed è per questo che i visitatori avranno la possibilità di immergersi nella vista di un vero e proprio tesoro che rende omaggio alla pietà popolare della città.

La mostra, che sarà ubicata presso la chiesa di Sant´Agostino, in centro storico, è curata da Padre Piero Messana, dalla prof.ssa Lina Novara e da Don Liborio e sarà gratuita fino alla domenica di Pasqua, poi dal 1° aprile sarà visitabile dietro il pagamento di un biglietto.

Infatti, come ha fatto notare il Vescovo Fragnelli “La storia della nostra diocesi sollecita una particolare attenzione al mondo dell´arte e della musica, dell´associazionismo religioso e sociale. Di grande interesse è la pietà popolare, che coinvolge molte persone, di ogni età, nelle feste patronali e nelle manifestazioni della Settimana Santa.”




(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-03-20

La Via Crucis di Buseto Palizzolo 2024
Ad aprire la settimana santa con i vari riti e le processioni nel territorio della provincia di Trapani sarà il rito della Via Crucis con quadri di personaggi in carne ed ossa a Buseto Palizzolo nel pomeriggio della domenica delle Palme. E´ormai una tradizione che si rinnova dal 1980 e ogni anno ci sono sempre più visitatori che affollano la piccola cittadina di Buseto per assistere ai suggestivi quadri viventi.

E´una processione che affonda le sue radici nella cultura popolare e si snoda nella rappresentazione della Passione e Morte di Gesù attraverso 16 quadri, montati su enormi carri e accompagnati dalle marce funebri della banda musicale.

Inoltre, ad accompagnare questa sfilata di carri ci sono numerosi gruppi di fedeli vestiti con abiti tradizionali, che partecipano con fede e devozione a questa manifestazione con ricchi momenti emozionanti.

Ogni anno questa sacra rappresentazione viene riproposta non sempre la stessa, perché da parte della Confraternita del Crocifisso, che organizza l´evento religioso, c´Ã¨ un continuo studio delle fonti evangeliche e storiografiche.

Come già detto, la prima edizione di questa manifestazione risale al 1980 e nacque dall´idea di alcuni giovani, animati da un autentico sentimento religioso, ma poi col tempo alla fede religiosa si è accompagnata giustamente una gran voglia richiamare a Buseto Palizzolo tanti turisti che riempissero le strade della cittadina dell´agro ericino per aprire i riti della settimana santa.

La manifestazione inizia alle 17 per poi terminare nella piazza principale del paese intorno alla mezzanotte e solo al calare della sera, la processione anche questa denominata dai Misteri assume un fascino particolare perché offre nel suo insieme tutta la sua bellezza.

(Testi Giuseppe Puglia) Data articolo: 2024-03-19

I Misteri in miniatura a Trapani
In occasione della settimana santa e della processione dei Misteri si moltiplicano a Trapani gli eventi collaterali con iniziative culturali rivolte ai cittadini e ai turisti che già iniziano ad affollare il territorio, complice anche il bel tempo che sta facendo in questi giorni.

Un´iniziativa molto interessante organizzata dall´associazione Salviamo le Tonnare è sicuramente la mostra dei Misteri in miniatura, che sarà visitabile dal 16 al 21 marzo e dal 29 marzo al 4 aprile nell´androne di palazzo Cavarretta; infatti, la manifestazione ha il patrocinio del comune di Trapani, che mette a disposizione in compartecipazione anche l´area esterna adiacente per effettuare un rinfresco nella giornata d´inaugurazione prevista alle ore 18 del 16 marzo 2024.

In questa esposizione saranno esposti i venti gruppi in miniatura realizzati dall´artista trapanese Vito Romano, che li ha riprodotti fedelmente agli originali ovviamente in scala ridotta, rendendo omaggio alla ricca tradizione culturale e religiosa della città.

All´evento, che è patrocinato anche dall´Unione Maestranze e dall´Assessorato Regionale ai Beni Culturali e dell´Identità Siciliana, parteciperà anche il gruppo musicale Agro Ericino, che eseguirà le tipiche musiche della processione che accompagnano le caratteristiche annacate dei sacri gruppi.

A collaborare nella realizzazione dell´evento ci sono anche il comune di Erice e l´associazione l´Addolorata, che gentilmente ha collaborato per la realizzazione dell´evento, che sicuramente richiamerà molti visitatori durante la mostra, perché la processione dei Misteri a Trapani non è solo il venerdì santo, ma è giustamente destagionalizzato, perché non è solo un evento religioso, ma esprime una trapanesità, che deve esportata e portata in giro per il mondo.

(Testi Giuseppe Puglia)

Data articolo: 2024-03-15



Pagine che danno notizie turistico-culturali sulla Sicilia

Video bellezze naturali e culturali Sicilia News turismo Catania News turismo Palermo News turismo Trapani Ricette siciliane

Le gallerie di immagini del patrimonio UNESCO di Sicilia