HOME MIDI MITI MICI

Offertissime sulle action figures e le statuine di collezione disponibili e in preorder presso resolutionshop.it

Clicca qui per iscriverti al nostro canale youtube di videorecensioni di figure


MUSICA M.I.D.I. MITI RACCONTI POPOLARI E VARIA ATTUALITA'

Vendita libri letti una volta
Lo Cunto de li cunti di Giambattista Basile commentato da Salvatore La Grassa
iscriviti a ns.canale Youtube
Utility di ogni giorno
AMAT Palermo Linee e percorsi
Previsioni del tempo e viabilità
Calcola quando andrai in pensione
News salute e malattie
Il calendario dal 1940 al 2040
I film nei cinema e recensioni
Traduzioni online
Segnalato dai lettori - cronaca
Zampate di fondo di Micio Bavaglino
Evoluzione della fuitina a Palermo
Scrittori in erba e diffusione del tablet
Cultura politica
Gli interventi di
Gianfranco La Grassa
tecnology,videogames
Calcolo Ricavo, Margine, Sconto
Videogames in uscita
Come creare un video musicale
Mondo Cosplay
Glossario videoludico
Glossario telefonia mobile
Sicilia Sicilia
Link Sicilia
Link Palermo
Link antimafie
Link musei e archeo Sicilia
Patrimonio UNESCO di Sicilia
Trova percorso musei e archeo Sicilia
Calcoli e ricerche di Micio Bavaglino
Calcola I M U sulla casa
Calcola online rata mutuo
Calcola TAEG prestito online
Calcolatrice 4 operazioni
Calcola online codice IBAN
Verifica online codice IBAN
Calcola e verifica codice fiscale
Calcolo calorie alimenti
Indice costo della vita
Indici e grafici ISTAT
Conversione valute misure numeri r.ni
Siciliani illustri
Franco Franchi e Ciccio Ingrassia
Francesco La Grassa
Nino Martoglio
Sport
Il Palermo calcio
Nino Catalano
Giovanni Frangipane
Luigi Zarcone
Cristian La Grassa atletica e bob
Gallerie di midi-miti-mici.it
Claudia La Grassa fashion designer
Mici e bassotto Dante Show
Gerarchia dei mici nel pasto
Pappagalli e merli che parlano

Francesco La Grassa:
insigne costruttore di organi liturgici

L'organaria in Sicilia nel Settecento
Anche in Sicilia nel '700 il quadro fonico dell'organo, sotto la spinta dello sviluppo musicale e quindi del gusto del tempo, si allargò, senza compromettere lo scopo principale dello strumento, che era quello di accompagnare il canto sacro. Furono pertanto introdotti la cornetta a tre file(XII, XV, XVII), le trombe, la voce umana ad anima, detta all'uso moderno per distinguerla dall'antica voce umana ad ancia ancora presente in qualche organo, i contrabbassi e le ottave alla pedaliera e i registri accessori del tamburo e dell'uccelliera. Nel contempo si aumentò l'ampiezza fonica e quindi furono aggiunti nuovi tasti alla tastiera principale. A questa si aggiunse una seconda tastiera, la quale serviva per l'Eco.
Per opera del prete organaro Donato Del Piano(nativo di Napoli) nel 1767 apparve per la prima volta in Sicilia l'organo a piùconsolles per esecuzioni organistiche collettive.
Costui, anche insieme al fratello Giuseppe, costruì altri organi; ma quello per cui spese dodici anni di intenso lavoro fu l'organo di S. Nicolò l'Arena di Catania, cui apportò continue modifiche, fino ad aumentare il numero dei registri a 72 e quello delle tastiere a 5 con 54 tasti cadauna; tre delle quali sistemate a gradino al centro dello strumento con la pedaliera e le altre due una al lato destro e una al lato sinistro del gruppo centrale. Per quasi un secolo questo famoso organo costitu una fra le principali attrattive della città etnea: tanto che scrittori e viaggiatori, quali il Brydone, il Goethe, il Rezzonico, il Bigelow e altri riferirono nelle loro lettere di viaggio le impressioni ricevute al suo ascolto.
Dalla scuola del Del Piano uscirono il prete Mariano Cinquemani di Palermo e il chierico Antonio Mazzone di Noto. Giovanni Cafici nel suo "Breve cenno storico-artistico dell'organo di Donato Del Piano"(Catania 1843) lo definisce "mirabile nella struttura, complicato nella combinazione delle parti, ma tutto ordinato ed armonioso". Sei spaziosi mantici, lunghi otto palmi e larghi tre e mezzo tramandano un fiato uguale ad ogni sorta di strumento. Tra questi primeggiano le trombe, i corni da caccia dal maestoso clangore, gli allegri clarinetti, il toccante oboe, il flauto dolce, la soave traversa, le voci umane, il flauto boschereccio, il flauto d'amore, il fagotto, il grave contrabbasso, la pastorale zampogna, la brillante cornetta, i contadineschi pifferi: e tutti questi strumenti tipici di bande paesane ben si armonizzano maestosamente con i classici strumenti della banda militare.  
Un altro organo che nel 700 si rese celebre fu quello dell'abbazia benedettina di San Martino delle Scale di Palermo. Costruito in origine nel 1597 da Raffaele La Valle a una tastiera e 10 registri, esso, dopo varie modifiche venne notevolmente ampliato dall'alcamese Baldassare Di Paola(1719 ca-1797) a partire dal 1770 fino al 1784. L'organo del Di Paola, autore di grandi e magniloquenti ripieni, aveva 72 registri e quattro tastiere. Dal dizionario storico-critico del Bertini(Palermo 1815) ci giunge notizia che in quest'organo vi erano molti strumenti di orchestra bene imitati, l'intera banda militare, l'eco, un armonioso e sonoro ripieno coi contrabbassi a tuono di quaranta(32 piedi). Morto il  Di Paola la manutenzione dell'organo di San Martino delle Scale venne affidata al figlio Giovan Battista(1745-1813).
Contemporaneo di Baldassare Di Paola fu il palermitano Giacomo Andronico (1742-1792), esponente di spicco di una famiglia che già da fine 600 costruiva organi liturgici in tutta la Sicilia. Fra i numerosi suoi organi, per la verità non molto imponenti, da ricordare quello famoso a due tastiere e pedaliera, pi altre due tastiere laterali per il cembalo e l'arpone di S.Anna in Santa Flavia, ora ridotto in condizioni assai malandate e a una sola tastiera. Nel 1791, quando fu terminato, era composto da 23 registri e di 5 mutazioni a tono di palmi 20 con 12 pedali. Andronico si riprometteva di aggiungere anche i registri delle trombe ottave, de' corni da caccia, del corno inglese e del cornetto, ma non potè perchè un anno dopo morì.

Vendita libri letti una volta, come nuovi, in ottimo stato
Lo Cunto de li cunti di Giambattista Basile commentato da Salvatore La Grassa

Se ti piace condividi la pagina..............


info-policy e webmaster
Contatti
Link reciproci
news sito

Recensioni figures action figures

RSS cultura&ricerca


Ultima modifica: 29/12/2018 00:44:41
There have been 1538 since 22/10/2019


Navigando questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali all'analisi del traffico e al funzionamento del sito web, puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di tempo. Pertanto non deve essere considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III, della Legge 07.03.2001, n. 62. Sito ottimizzato impostazione schermo di 1024X768 pixel. - Tutti i diritti riservati Copyright 2011 - 19