Le zampate di micio Bavaglino



9 Novembre 2016

Hillary Clinton cocciuta, sconfitta da Trump, dopo il 69° compleanno(26 ottobre) più 13 giorni sono stati rivoltati tutti i sondaggi: giochiamo al terno 13, 26, 69


Hillary Clinton, perché non si è presentata col suo nome di nascita? Voleva mettere in evidenza che la sua famiglia era compatta, che l'entourage dei Clinton era con lei? Ma il femminismo americano, alimentato da un protestantesimo puritano, in una certa qual maniera l'aveva già deprezzata quando nel 2008 per la corsa alla Casa Bianca fu superata da un uomo di colore, ovvero Barak Obama. Probabilmente Obama vinse allora le primarie del partito democratico per la debolezza di Hillary. Perché il partito democratico ha puntato di nuovo su di lei? Perché i democratici non sono riusciti a contrapporgli un candidato più credibile e anche giovane. Bernard Sanders ha idee socialista e ideali progressisti sulla scia di Obama, ma ha sei anni di più di Hillary e soprattutto non ha mostrato un volto sobrio agli elettori: sempre scapigliato, con quei pochi capelli bianchi al vento. In America si da più importanza alla forma che alla sostanza. La cocciuta Hillary l'ha sopravanzato nelle primarie perché l'ex first lady si è presentata meglio, e più o meno le loro idee collimavano in tanti punti. Ma la campagna entro i contendenti del partito democratico è stata sobria e amichevole. Tutt'altra musica è stata suonata nello scontro tra Hillary Clinton e lo sfidante repubblicano Donald Trump di anni 70. Probabilmente Donald Trump, anche grazie alle sue ricchezze, ha avuto una vita sessuale molto ricca e probabilmente oltre le righe. Ma l'armadio di Hillary, per colpa del marito, non era privo di scheletri. Chi abbia iniziato a far scadere la lotta elettorale alle beghe sessuali non si sa. Ma certamente ha avuto la peggio la candidata democratica quando, non si sa se con mossa preordinata, sono state mostrate le donne molestate dal candidato repubblicano. Fuori luogo assolutamente la sparata dell'attrice pornografica Jessica Drake. L'attrice pornografica, che nel set scenografico ha fatto di tutto e di più, ha dichiarato che aveva ricevuto delle molestie da parte del candidato repubblicano. Trump. Secondo la Drake, l’ha invitata nella sua stanza d'albergo dove la pornostar è andata con altre due donne. Trump le aveva accolte in pigiama, “abbracciate molto stretto e baciate” una alla volta “senza chiedere il permesso”. Drake era poi rientrata nella sua stanza, ma subito dopo Trump l’aveva chiamata chiedendole di ritornare nella sua suite e l’aveva invitata a una festa. “Cosa vuoi? Quanto vuoi?”, le aveva chiesto. Dopo il suo rifiuto aveva ricevuto un’altra chiamata da Trump e da un altro uomo che le offrivano 10mila dollari e l’uso del jet privato per tornare a Los Angeles se avesse accettato. Micio Bavaglino ritiene che quella che poteva essere vista come un'offensiva nei confronti del candidato del partito repubblicano è stata invece una freccia a suo favore. Non si dimentichi che il presidente USA è votato da tutto il popolo, dai singoli voti dei cittadini. Una pornostar, che si è fatta una posizione con un cosidetto lavoro molto simile al più antico lavoro del mondo, non è assolutamente credibile di fronte a una platea di operai/e, impiegati/e che non arrivano alla fine del mese e sono costretti a fare più di un lavoro, quando si trova. Se la Drake non era assolutamente credibile, anche tantissimi artisti del set cinematografico, dello spettacolo, della canzone, schierati apertamente a favore della Clinton, non sono risultati convincenti per gli elettori, in quanto questi personaggi famosi continuano a macinare guadagni solo esibendosi e facendo soprattutto quello che piace loro. Lo diceva Vittorio Gassmann che in fondo fare gli attori, per coloro che vi sono portati, è una bazzecola, un divertimento.
Comunque la grande mossa di Donald Trump è stata quella di dichiarare l'ostilità sia nei confronti degli islamici, sia nei confronti della Cina. L'America nel 2001 ha vissuto il dramma dell'abbattimento delle due torri gemelle in una azione di guerra non dichiarata. Aver puntato il dito contro gli islamisti fondamentalisti o meglio contro coloro che sfruttano la religione per raggiungere un potere è stata una mossa vincente. Trump si è dichiarato pronto a mettere dazi sulle importazioni di prodotti cinesi; questo perché, se continua questo andazzo/trend(bassi salari agli operai cinesi e incuria delle industrie cinesi nei confronti dell'inquinamento del pianeta), si produrrà solo cinese e i prodotti fatti nei propri paesi avranno un deprezzamento per cui non sarà più conveniente produrli.
E il lavoro dei sondaggisti che assegnavano la vittoria alla Clinton? Il sondaggio d'opinione è stato creato dai popoli occidentali in seguito all'affermazione delle democrazie e dello svolgimento delle elezioni democratiche. Ma purtroppo i sondaggi d'opinione non funzionano e fra l'altro fanno spendere tanti soldi inutuli a chi li ordina. E spesso sono soldi pubblici, perché ordinati dai partiti che in Italia sono finanziati dallo Stato, cioè da tutti i cittadini. Ma in fondo in fondo a ben pensarci Micio Bavaglino dice: tutto prevedibile in quanto all'indomani o dopo alcuni giorni(13) dal suo 69° compleanno(26 ottobre)a Hillary si sono rivoltati tutti i sondaggi favorevoli. Quindi giocare il terno 13, 26 e 69?

Donald Trump e Hillary Clinton si stringono le mani





Le zampate di fondo di micio Bavaglino in questa pagina

Renzi a casa, soprattutto i giovani e il sud bocciano la proposta referendaria del governo Renzi. Di certo il governo Renzi non ha aiutato i piccoli commercianti e le partite IVA che investono su se stessi un piccolo capitale
Amazon apre altri stabilimenti, i commerciani italiani chiudono, ma su Marte fra qualche anno lavoreranno per gli uomini i robot
Hillary Clinton sconfitta, al 69° compleanno(26 ottobre) più 13 giorni sono stati rovesciati i sondaggi
Renzi, il re del marketing in politichese, le elezioni comunali di giugno e il referendum confermativo a ottobre
La vicenda dei migranti economici, la coincidenza dei negoziati segreti del trattato commerciale USA-UE TTIP con la scoperta dei motori diesel Volkswagen taroccati
Il popolo greco ha detto no alle condizioni della Troika, ma Tsipras, infine ha accettato le condizioni richieste dei burocrati UE. Lo Stato greco è uno Stato veramente indipendente o lo è solo pro-forma?
UE e l'attuale guerra in economia. Ci sono tanti generali, cioè burocrati e politici, e sempre meno soldati, cioè lavoratori
La questione del latte in polvere per la_produzione casearia
Consulenze alla Troika: Un affare da milioni di euro con zone oscure, conflitti di interessi e parcelle eccessivamente alte
Le armi, la Grecia, la Merkel e Sarkozy
L'Unione europea come una nonna non più fertile
Italia in panne, ma Europa contraddittoria e a favore delle multinazionali
Una giacca alla Mao per politici dopo flop elezioni regionali Emilia e Romagna e Calabria
Pan vive, non è morto, grazie alla ministra Lorenzin
La preghiera dell'onorevole micio all'Italia
Renato Brunetta proposto come presidente della Repubblica
Grillo forse intraprende viaggio nel deserto.
Gli ultimi servizi di Report di RAI 3.